Spazio Libero Onlus

Spazio Libero Onlus

“Sperare non è sognare, ma la capacità di trasformare il sogno in realtà”

Santa Ninfa – Cultura

Santa Ninfa – Cultura

 La storia di Santa Ninfa trae le sue origini nel 1605 dalla acquisizione del feudo di Rampinzeri da parte di don Luigi Arias Giardina. Con licenza del vicerè di Sicilia, Filippo III, Don Luigi la nominò Santa Ninfa in onore della veneratissima martire e cominciò ad urbanizzare il paese con strade e costruzioni di edifici civili e religiosi. Il paese fu costruito con assi viari concentrici che convergono nella piazza centrale (Piazza della Libertà). Nel 1615, dopo la fondazione dell’Arcipretura di Santa Ninfa, il paese fu dichiarato Feudo Baronale. Da quel momento in poi, e nei secoli successivi, il feudo passò di famiglia in famiglia, arricchendo sempre di più il paese con nuove costruzioni. Il sisma del 1968 ha danneggiato gravemente la città e costretto per anni la popolazione a vivere nelle baracche. Dopo molti anni, il paese fu completamente ricostruito con abitazioni antisimiche, conservando idealmente la struttura urbanistica dell’antico paese. Anche il patrimonio artistico del paese di Santa Ninfa è stato fortemente mutilato dal sisma. Oggi molti monumenti e opere d’arte di grande pregio sono state restaurate. Tra questi notevole per la sua bellezza è il castello di Rampinzeri.

Leggi la scheda completa in (PDF).


Per poter visualizzare la scheda è necessario un lettore di PDF che riesca a presentare sullo schermo il contenuto come se si trattasse di un’immagine. Nel caso in cui sul tuo computer non sia presente, è possibile scaricare ed installare liberamente un lettore di PDF al seguente link:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *